Il 2017 sarà un ottimo anno per il Giappone



Il 2017 potrebbe essere l’anno della ripresa economica del Giappone! Ebbene sì, stando ai trend attuali, per il nuovo anno si prevede una forte ripresa che potrà influenzare tutto l’ambito economico del paese e soprattutto riuscirà a portare a dei nuovi utili. Le recenti valutazioni effettuate da TOPIX evidenziano che vi è un rapporto prezzo-qualità a sconto rispetto al dato che si è registrato nell’ultimo periodo. Gli stessi titoli di azioni giapponesi, quindi, potrebbero ritrovarsi magicamente a risalire: addirittura, si parlare di un incremento pari al 20% secondo quanto riporta TOPIX, che porterebbe ad un picco di 1800 punti, quota raggiunta nel lontano 2017.

Tra gli elementi che sembrano dar man forte a questa teoria vi sono senz’altro dei fattori positivi che si stanno sempre di più evidenziando: dapprima parliamo della crescita degli utili che, per l’appunto, sembrano essere davvero promettenti, poi vi è anche una spinta maggiore nelle vendite e, inoltre, si nota anche un deprezzamento della valuta.

Parlando dei titoli azionari del Giappone – che come saprete bene sono soggetti al ciclo economico mondiale e nazionale – questi stanno portando ad una flessione positiva. Questo evento associato proprio al deprezzamento della moneta locale ossia lo Yen ed alla forza del Dollaro, potrebbero quindi aiutare le aziende che riuscirebbero certamente a migliorare i propri introiti. Le aspettative del momento parlando di un incremento del 10%, ma vi sono molti altri che sono convinti che si possa addirittura arrivare ad un aumento pari al 25%.

Ma quando arriveranno dei risultati concreti? Praticamente, sarà necessario attendere il momento giusto ovvero i risultati aziendali per l’anno fiscale che è collocabile proprio tra aprile ed inizio maggio; dunque, proprio durante questi mesi dell’anno potrebbe intensificarsi l’attività!

Passando ad un altro importante tematica, non possiamo certamente fare a meno di parlare del portafoglio degli investitori giapponesi che, con molta probabilità, si lasceranno alle spalle le obbligazioni per passare alle azioni vere e proprie.

Ad ogni modo, queste non sono le uniche notizi che circolano al momento: infatti, pare che Shinzo Abe – il primo ministro giapponese – abbia già messo in atto un pacchetto d’ingenti stimoli fiscali tra lo 0.75% e l’1% del PIL a partire dal 2017 sino al 2020, anno in cui il Giappone si ritroverà ad ospitare l’appuntamento delle Olimpiadi di Tokyo. Peraltro, anche la banca locale ha cambiato il suo obiettivo di politica monetaria: questa, difatti, desidera mantenere i JGB ovvero i titoli governativi attorno allo 0%.

Al momento ancora non si conosco i tempi utili per chiudere questo periodo di controllo sulla curva dei rendimenti, ma sicuramente il 2017 sarà un anno che consentirà di capire davvero bene come potrà evolvere la situazione attuale.

Non resta che tenere sotto controllo il Giappone per capire realmente se durante i prossimi mesi a venire vi sarà qualche interessante novità per il paese sia dal punto di vista degli introiti che per quanto riguarda l’ambiente degli azionisti. E voi che cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *