Borse in ripresa per Tokyo



Oggi ci affacciamo su un argomento che potrà certamente essere di rilevanza per tutti quelli che seguono con interesse la Borsa: più precisamente, parliamo di Tokyo che sembra essere in ripresa.

Infatti, sembrano esserci delle buone notizie per il mercato giapponese: per meglio dire, sembra che per l’appunto l’indice Nikkei della Borsa di Tokyo abbia fatto segnare un +1%. Nel dettaglio, il progresso realizzato ammonterebbe per la precisione allo 1,03% a 19437,98 punti, numeri che segnano quindi il recupero quasi di tutto il terreno che era andato perduto nella scorsa sessione.

Analizzando la situazione giapponese, difatti, si era potuto notare che sin dall’inizio delle contrattazioni il mercato azionario si è rivolto verso un rialzo, con un punto percentuale addirittura superiore. Ciò avviene in concomitanza dei nuovi record segnati proprio in questi giorni a Wall Street ed in seguito ad un indebolimento dello yen. Nel medesimo momento, inoltre, sono state date delle nuove indicazioni direttamente dalla Fed.

Di conseguenza, possiamo affermare con certezza che tutte queste novità – ossia la ripresa del dollaro e l’avanzata di Wall Street – hanno contribuito positivamente sul mercato giapponese che ha potuto evidenziare una nota positiva anche su altre piazze.

Va però detto che c’è qualcuno che, purtroppo, ancora si ritrova a tirare il freno: stiamo parlando del mercato di Seul e più precisamente del calo del titolo della grande multinazionale Samsung. Ciò è sicuramente accaduto in seguito alla nuova richiesta di arresto avanzata nei confronti del leader Jay Y. Lee.

Per questa persona, difatti, è stata richiesto dagli inquirenti di indagare circa lo scandalo che ha portato a far emergere un rapporto di impeachment tra lui ed il presidente Park Geun Hye.

Ad ogni modo, tra i titoli che hanno visto un recupero emergono quelli inerenti l’ambito assicurativo. Ciò è dovuto anche al fatto che la presidente della Reserve Janet Yellen non ha escluso un altro rialzo dei tassi USA già a partire dal prossimo mese. Inoltre, il gruppo tecnologico SoftBank di Masayoshi Son sembra pure aver raggiunto l’accordo utile per acquistare Fortress Investment Group con un’operazione 3.3 miliardi di dollari in contati. Peraltro, il suo titolo è stato pure oggetto di acquisti!

Nonostante finora la SoftBank si fosse occupata solamente del settore incentrato sulla comunicazione ed internet, ora l’azienda sembra interessata ad ampliare i suoi orizzonti, entrando pure nel settore finanziario e cominciando ad agire come un private equity. 

Dunque, con questo nuovo deal ed il fondo da 100 miliardi di dollari, l’azienda giapponese potrà ritrovarsi ad essere un vero e proprio colosso a livello globale per quanto riguarda il private equity.

Attualmente, lo yen è arrivato a superare quota 114 – confrontato con il dollaro – ed ha pure invogliato le aziende esportatrice negli acquisti. Taro Aso, il ministro delle finanze agevolate, ha anche dichiarato che non appena lo yen arriverà a 120 non sarà più dichiarato come valuta debole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *