Come investire in azioni: Quali Scegliere



Per chi ad oggi non ne era a conoscenza, tutti possono tranquillamente investire in azioni ma non tutti sanno le dinamiche non semplici dei mercati azionari e della fluttuazione dei costi.

Come investire in in Borsa

Vi state domandando come investire in azioni, o più precisamente in borsa? La risposta è molto semplice e ora insieme andremo ad analizzare il tutto.
La forma più facile che esista per investire in borsa, è quella di procedere all’acquisto di un’azione. Facendo cosi si riceve l’eventuale dividendo e si ha la grande possibilità di guadagnare rivedendo il titolo nel futuro, qualora il costo salga improvvisamente.
Invece se il prezzo scende cosa accade? Si perde, purtroppo. Il possesso diretto di azioni è forse consigliato ad investitori di una certa importanza, che magari hanno la possibilità di pesare in assemblea e di condizionare dunque i destini delle varie società, ma se avete a disposizione pochi fondi non conviene assolutamente possedere direttamente un’azione.
In assemblea conterà come zero, i dividendi ricevuti saranno bassissimi e qualora le cose non vadano per il verso giusto si ritroverà a subire perdite incolmabili. La cosa più grave è che non si può far nulla per limitare le perdite, al massimo si deve vendere il titolo il più rapidamente possibile e far chiudere ufficialmente le posizioni ma si dovrà comunque accettare di aver perso del denaro importante.
Ma allora non conviene proprio investire in Borsa? Dipende, bisogna capire come giocare, con quali strumenti. Gli strumenti per puntare denaro in borsa per chi ne possiede poco sono gli strumenti derivati, sono strumenti flessibili, capaci di far guadagnare sia quando il mercato va male che quando va bene.
Un derivato è un titolo finanziario in cui valore dipende da un altro titolo, chiamato sottostante. Nel caso delle azioni, spesso e volentieri conviene investire su un derivato in particolare per un semplice motivo logico: si guadagna sia quando il titolo sale che quando scende, logicamente prevedendo in maniera strategica il trend.
Sarebbe buone norma, prima di cimentarsi nel folto mondo della borsa, conoscere le opportunità offerte sul mercato, analizzarle nel miglior modo possibile e informarsi sulle caratteristiche delle società emittenti.

Cosa sono le azioni?

Le azioni sono quote di capitale di una società che vanno a conferire ai possessori, detti per l’appunto azionisti, diritti patrimoniali e amministrativi.
Se da una parte le azioni offrono potenzialità incredibili di crescita e guadagno, dall’altra parte espongono tantissimo gli azionisti, in quanto soci, a rischi importanti legati all’oscillazione negativa del valore azionario sul mercato.

Quali sono le tipologie di azioni?

Azioni ordinarie: azioni nominative che vanno a garantire all’azionista il diritto ai dividendi, il diritto al rimborso del capitale in caso di liquidazione della società;
Azioni di risparmio: azioni direttamente emesse da società quotate su mercati autorizzati che vanno a conferire agli azionisti particolari privilegi di natura patrimoniale;
Azioni privilegiate: azioni nominative che vanno ad attribuire all’azionista un diritto di priorità, detto appunto privilegiato, in fase di rilascio degli utili e in fase di eventuale liquidazione della società.
Chi di voi ad oggi ha mai investito in borsa? Che risultati siete riusciti ad ottenere?

 

Nota: lo staff di Newsfinanza.net no si assume alcuna responsabilità per eventuali investimenti effettuato seguendo le sopracitate indicazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *