Dichiarazione fiscale: al via da oggi la precompilata



Prende il via proprio dalla giornata di martedì 18 aprile, la dichiarazione dei redditi precompilata del 2017.

Questa consentirà a tanti contribuenti di poter beneficiare di diversi benefici, come ad esempio gli sconti, giacché la stessa dichiarazione contiene al suo interno la bellezza di 800 milioni di informazioni. Più precisamente, le quote stabilite sono di 29 miliardi di spese sanitarie fino ai 27,8 miliardi di euro utilizzati per i bonifici degli incentivi per la ristrutturazione della casa e del bonus energia.

Questi sono alcuni dei valori che sono stati dichiarati in occasione di questo lancio che, come avrete capito, danno la possibilità di avere sconti fiscali a seconda delle detrazioni fiscali al 19%, deduzioni o detrazioni da suddividere anche in 10 anni.

Dunque, saranno ben 30 milioni di utenti a poter visualizzare dal proprio computer il nuovo modello – precompilato – ma in realtà stando a quando è stato assicurato dalle Agenzia delle Entrate, dal 2 maggio al 24 luglio sarà possibile utilizzare al meglio il modello, visto che sarà anche possibile effettuare tutte le modifiche del caso o, in alternativa, anche integrare la propria dichiarazione dei redditi per poi spedirla in modo corretto.

Grazie a questa nuova iniziativa, non solo si potranno ridurre i tempi richiesti per controllare e inserire le varie informazioni, bensì molti cittadini avranno anche l’opportunità di sfruttare un piccolo bonus a proprio vantaggio, cosa che magari sino ad oggi non hanno fatto poiché non lo sapevano. Ad ogni modo, ai cittadini spetterà solamente la mansione di controllare proprio questi campi già compilati, così da potersi assicurare che tutto sia corretto e che non manca nulla.

Naturalmente, vi ricordiamo che non si tratta della prima dichiarazione 730 in questo formato: difatti, gli italiani hanno avuto a che fare con questo formato precompilato già per la terza volta. Negli anni, però, quest’ultima si è davvero molto arricchita con maggiori informazioni, così da poter rendere ancora migliore questa esperienza a tu per tu con la dichiarazione dei redditi.

Va detto, però, che ciò che risulta essere davvero importante questa volta sono le spese sanitarie: ben 53 milioni di italiani, difatti, riusciranno ad entrare in possesso delle detrazioni in questioni, così da poter poi calcolare l’effettivo sconto che si otterrà sulla tassazione. Ma quale sono le altre detrazioni che si potranno ottenere?

  • 27,8 miliardi di bonifici per gli incentivi di ristrutturazione, acquisti di arredamento per la casa e miglioramenti dal punto di vista energetico dell’abitazione;
  • 18,2 miliardi per i contributi previdenziali;
  • 10 miliardi di interessi passivi per quanto riguarda le rate dei mutui per la prima casa;
  • 3,8 miliardi di euro per le spese di ristrutturazione effettuate dagli amministratori dei condomini;
  • 694 milioni di euro per i contributi versati alle badanti ed alle colf;
  • Sconto Irpef per spese universitarie, funebri e premi assicurativi.

Vi ricordiamo, però, che se anche voi desiderate avere accesso alla dichiarazione precompilata dovrete avere le credenziali per potervi accedere: in tal caso, dovrete recarvi presso l’Agenzia delle Entrate per ottenere il codice PIN oppure potrete farlo direttamente online, con l’applicazione o con la Carta Nazionale dei Servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *