Fisco: centomila avvisi bonari in arrivo relativi ai redditi del 2014



Sono in arrivo circa centomila lettere per cittadini che, secondo i dati del Fisco, non hanno dichiarato, i redditi percepiti nel 2013 con la dichiarazione del 2014.
L ’Agenzia delle Entrate, spiega che non sono avvisi di accertamento, ma semplici comunicazioni, con cui si informano i cittadini che dalle informazioni incrociate presenti sulle loro banche dati, non risultano dichiarate alcune somme, in tutto o in parte.

I cittadini italiani destinatari delle lettere, compresi per la prima volta anche titolari di reddito autonomo, potranno giustificare l’anomalia indicata oppure presentare la dichiarazione integrativa e mettersi in regola avendo solo delle sanzioni ridotte che sono previste dal ravvedimento operoso.

“Con questa nuova tornata di comunicazioni – spiega l’Agenzia delle Entrate – il Fisco continua a percorrere la strada del dialogo preventivo, con l’obiettivo di evitare che un errore o una dimenticanza possano trasformarsi, senza che il contribuente ne abbia consapevolezza, in un avviso di accertamento vero e proprio, che comporta il pagamento di sanzioni e interessi in misura piena”.

Inoltre da quest’anno chi riceve queste lettere, potrà usufruire di un prospetto precompilato (solo per alcuni tipi di reddito) o di un prospetto di dettaglio della dichiarazione 2014, da integrare e dove fare le correzioni anche in modalità assistita su Fisconline, e poi inviare il tutto e stampare l’F24 di versamento per gli importi dovuti.
Per agevolare i cittadini è nato anche il collegamento “scarica il software di compilazione”, per cui si potrà installare automaticamente il pacchetto UnicoOnLine su lporpio pc per trovare la dichiarazione relativa al periodo d’imposta 2013, importarla, integrare la dichiarazione, e inviarla completa all’Agenzia delle Entrate e pagare gli importi dovuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *