La crisi colpisce anche gli ipermercati



Carrefour e Auchan sono i due ipermercati francesi maggiormente diffusi in Italia che sono entrambi in crisi di questi tempi.
Di recente Carrefour e le parti sociali dei sindacati dei lavoratori hanno aggiunto un accordo per il rinnovo del contratto integrativo aziendale per i futuri due anni e mezzo.

Questo accordo è stato siglato il 22 aprile scorso a Bologna, minimizza l’impatto  del piano di ristrutturazione occupazionale di Carrefour che aveva sviluppato degli esodi  su base  volontaria. Si è anche evitata  la chiusura di due ipermercati di Trofarello e Borgomanero, che sono in Piemonte,  riconvertendoli in supermercati di  vendita a discount.

Carrefour Italia,  ha espresso «soddisfazione» dopo  il raggiungimento di tale intesa, che chiude una trattativa che aveva preso il via ad inizio anno e dove c’era in principio l’intenzione di tagliare 500 posti di lavoro negli ipermercati oltre a chiudere due punti vendita e la regione del Piemonte, con   la chiusura di due punti vendita e 167 lavoratori in esubera era la regione che risultava più colpita .

Quello siglato con Carrefour è «un buon accordo, che salva tutti i posti di lavoro», ha detto Fabrizio Nicoletto, il funzionario della Filcams Cgil a Torino. «Rispetto a come eravamo partiti è andata bene. L’accordo prevede che dall’azienda uscirà soltanto chi lo desidera e sarà incentivato. Avvieremo nelle prossime settimane il confronto con i lavoratori sul territorio».

Si spera si possa proseguire in questi termini anche per eventuali prossimi esuberi e crisi che coinvolge tutto il settore nazionale degli ipermercati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *