Svizzera: è il paese più competitivo in tutto il mondo



svizzera

Non è cambiato nulla dallo scorso anno e dalla scorsa classifica stilata dal WEF ovvero il Forum economico Mondiale: difatti, quest’ultimo ha deciso che per l’ottava volta consecutiva, è la Svizzera ad occupare il primo posto come paese più competitivo al mondo.

Questo mercoledì appena trascorso è stata per l’appunto rilasciata la classifica del WEF e quest’ultimo ha voluto precisare, tramite il suo comunicato, che dal 2007 la Confederazione Elvetica ha mantenuto il punteggio più alto. Ciò è stato possibile visto alla trasparenza delle istituzioni, ma anche alle buone infrastrutture, all’efficacia del mercato del lavoro, del sistema formativo ed anche per le capacità innovative.

Naturalmente, anche la Svizzera ha alcuni punti deboli, nonostante si trovi in cima alla vetta: le debolezze da sottolineare sono sicuramente la deflazione che è sempre presente ed una mancata concorrenza con alcuni mercati. Non dimentichiamo neppure di dire che il pubblico femminile partecipa poco attivamente sul mercato lavorativo e che vi sono anche difficoltà nella creazione di aziende, se paragonata mondialmente.

Il Forum Economico mondiale, peraltro, ammonisce pure dicendo che la tendenza al ripiegamento di alcuni paesi può rappresentare un vero campanello d’allarme per quanto concerne la competitività. Peraltro, le misure adottate per il rilancio monetario sembrano non essere neppure utili a sostenere la crescita, visto che – sempre secondo il WEF – dovrebbero essere accompagnate da adeguate riforme strutturali.

Ad ogni modo, scendendo nella classifica troviamo piazzati alla seconda e terza posizione Singapore e USA; mentre in quarta e quinta ci sono i Paesi Bassi e la Germania. Negli ultimi due anni, la Germania è riuscita a risalire di due posti la classifica del WEF, ma un ottimo risultato l’hanno visto anche la Svezia il Regno Unito che sono passate di tre posizioni in avanti, collocandosi al sesto e settimo posto. Il World Economic Forum, però, ha sottolineato che la posizione degli inglesi risale a prima del Brexit, quindi, potrebbe pure esserci uno sconvolgimento con la prossima classifica.

Ma l’Italia dove si trova? Il Bel Paese ricopre la posizione numero 44 e, purtroppo, quest’anno è pure scesa di una posizione; meglio la Spagna che invece si trova ben più sopra del nostro paese, ricoprendo la trentaduesima posizione. In discesa è pure la Grecia che ha perso ben 5 posizione piazzandosi addirittura all’86° posizione.

wefIl WEF fa notare che i paesi emergenti come Brasile, Russia, India, Cina e SudAfrica sono favoreggiati dalla tecnologia e dall’innovazione, elementi che sono decisamente importanti per quanto riguarda l’educazione, la salute e l’infrastruttura. Ad esempio, la Cina fa da apriporta ai paesi emergenti, mentre che l’India si trova al 39esimo posto, visto che è riuscita a risalire la classifica guardagnandosi la bellezza di 16 posizioni.

Per la realizzazione di questa classifica del WEF sono stati presi in considerazione diversi fattori di 138 nazioni tra cui la sanità, la produttività ed i mercati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *