Netflix produrrà un film sull’inchiesta dei Panama Papers



Panama Papers

Solo alcuni mesi, è scoppiato lo scandalo dei Panama Papers, in cui vi è stata la diffusione di un gran numero di documenti e di notizie relative al mondo delle società offshore, un evento davvero senza precedenti: in tale occasione, un tale John Doe, dopo aver preso contatto con i giornalisti tedeschi Frederik Obermaier e Bastian Obermayer, ha mostrato al mondo una lunga lista di persone giuridiche realizzate nel paradiso fiscale dell’America Centrale, per ottimizzazioni fiscali e altre operazioni.

Sulla base di questo scandalo, quindi, Netflix ha scelto di realizzare un film in collaborazione con John Wells Productions. La pellicola prodotta dall’azienda Netflix, si baserà essenzialmente su un libro, ovvero “Panama Papers: gli affari segreti del potere”, in cui i due tedeschi hanno deciso di mettere a disposizione del pubblico il frutto del loro lavoro svolto con l’inchiesta pubblicata in collaborazione con la rete giornalistica internazionale – nota pure come International Consortium of Investigative Journalist (ICIJ). Attraverso l’operato di centinaia di giornalisti, provenienti da 76 paesi di tutto il mondo, è stato realizzato il predetto libro.

Marina Walker e Gerard Ryle dell’International Consortium of Investigative Journalist hanno riportato che tantissimi giornalisti di tutto il mondo hanno contribuito al lavoro – si parla all’incirca di 400 giornalisti- ed alcuni di questi hanno affrontato rischi considerevoli, considerando il luogo in cui si sono trovati ad operare. Grazie, però, ad un team di professionisti di un’organizzazione no-profit di Washington, gli stessi giornalisti sono stati aiutati nello svolgimento delle loro ricerche, arrivando a dare un contributo sostanziale per la scrittura della storia.

In seguito a questa grande inchiesta, sono stati rinvenuti migliaia di conti bancari segreti, correlati a società offshore: questa inchiesta, peraltro, ha portato pure alle dimissioni alcuni capi di stato e, in alcune occasione, pure all’apertura di indagini giudiziarie internazionali, con lo scopo di mettere a nudo gli schemi alla base dei quali sono state pianificate le diverse attività messe in atto attraverso le società offshore.

Lo Chief Content Officer di Netflix, Ted Sarandos, ha dichiarato di essere molto motivato nella Panama Papersrealizzazione di questa pellicola, grazie alla scrittura della John Wells Production ed al prezioso contributo di coloro che hanno saputo investigare su un evento così importante, addirittura a livello mondiale.

I giornalisti Frederik Obermaier e Bastian Obermayer si dicono orgogliosi di lavorare per il quotidiano “Süddeutsche Zeitung” e che, proprio da questo reportage, sia iniziata una storia così importante che ora li vedrà coinvolti anche nella produzione di una pellicola storica come questa. Alla realizzazione del film sui Panama Papers, oltre a loro due, collaboreranno anche i produttori Weel Claire Rudnick Polstein, Zach Studin, Walker e Ryle che hanno coordinato il lavoro internazionale giornalistico.

Se questi clienti avessero scelto dei professionisti con un’organizzazione migliore relativamente alla conservazione dei loro dati, non sarebbero certo finiti sui giornali di tutto il mondo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *