Svizzera: Flat Tax al 5% nel Canton Svitto?



votazione canton svitto

La Confederazione Svizzera è riconosciuta da molti come uno dei piccoli paradisi fiscali posti nel centro dell’Europa che permette, ancora oggi, di beneficiare di diversi vantaggi consistenti. Proprio per questo, oggi vi parleremo dell’iniziativa che è in previsione proprio in Svizzera e più precisamente coinvolge la popolazione del Canton Svitto.

Stando a quanto si legge dai quotidiani svizzeri, pare proprio che il prossimo 25 settembre 2016 la popolazione del cantone in questione voterà per il passaggio dall’aliquota progressiva a quella unica proporzionale, nota pure sotto il nome di “Flat Rate Tax”. Praticamente, con questa novità si vanno a toccare solamente le persone fisiche che vedranno fissarsi al 5.1% l’aliquota. Se il voto dovesse essere preso positivamente dalla popolazione, il tutto sarebbe già attivo dal prossimo anno.

In questa maniera, vi sarebbero 130 milioni di franchi in esubero, generati per l’appunto dalle entrate supplementari, che sarebbero utilizzati per andare a risanare il bilancio del cantone che, attualmente, risulta essere con un deficit abbastanza alto, dovuto soprattutto al meccanismo di perequazione finanziaria voluto dalla Confederazione svizzera.

Per evitare gli effetti perversi circa il carico fiscale, la Confederazione ha deciso di mitigare gli effetti di questa novità con deduzioni fiscali a favore dei singoli che passeranno da 10.000 a 13.200 franchi e per i coniugi da 20.000 a 26.400 franchi svizzeri.

Le opinioni circa questa novità sono diverse: infatti, se c’è chi da un lato trova giusta la scelta di trasformare l’aliquota attuale, dall’altro fronte c’è chi afferma che questa operazione andrà soprattutto a pesare sulla classe media.

Ma il Canton Svitto è l’unico in Svizzera ad avere una flat tax unica? In realtà, se questa fosse accettata con la votazione del 25 settembre 2016, Svitto andrebbe ad aggiungersi agli altri cantoni che già al momento possono sfruttare questo tipo di tassazione. A tal proposito, citiamo il Cantone Obvaldo che nel 2007 ha detto di “Sì” al 90% all’introduzione dell’aliquota fissata all’1.8%; per quanto concerne l’aliquota delle società, invece, questa è passata dal 6.6% al 6%.

franchi svizzeriOltre alle tasse cantonali, sono da aggiungere quella federale e le imposte comunali della propria città di residenza che però non influiscono ad incrementare la pressione fiscale sull’individuo. Nel complesso, dunque, la Svizzera è senz’altro un piccolo paradiso fiscale posto nel cuore dell’Europa.

Ricordiamo peraltro che in Svizzera vi è al momento l’iva più bassa d’Europa: infatti, la Confederazione elvetica può vantare di un’iva dell’8% al massimo, mentre che attualmente in Italia l’iva è fissata al 22%. Insomma, in questo caso non serve assolutamente volare ai Caraibi o chissà dove per beneficiare di alcuni vantaggi evidenti, ma basta spostarsi direttamente in auto in Svizzera per poter vedere che le aliquote fiscali sono più basse rispetto al Bel Paese, dove anche le regioni vanno a rendere ancor più pressante il carico fiscale con le addizionali regionali.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *