Il prestito personale, anche online



Il prestito personale viene molto richiesto oggi data anche la situazione di crisi e di stallo finanziario di molta gente. I prestiti personali sono   una particolare forma di finanziamento che fa parte dei prestiti non finalizzati;ovvero chi richiede un prestito lo fa per avere della liquidità da usare  per diverse esigenze sia di spesa, che di finalità (da qui  la dicitura di “prestito non finalizzato” quindi senza specificarne la finalità).

Spesso anche per il prestito personale non finalizzato, l’istituto finanziario però può richiedere a sua discrezione al cliente  come intende in realtà spendere l’importo,  fornendo magari un preventivo delle proprie spese: infatti le condizioni sui prestiti personali che vengono praticate dalle varie banche e istituti finanziari  cambiano a seconda delle finalità del prestito .

In generale i prestiti personali vengono richiesti dagli utenti per fronteggiare spese impreviste o per  pagare acquisti e  spese domestiche come acquisto di auto e di moto, o anche per effettuare un consolidamento di debiti, per fare fronte alle spese della ristrutturazione di casa, come anche per il correlato acquisto di arredamento e di elettrodomestici, ma anche per viaggi e vacanze, per spese mediche, ecc.

Spesso molta gente richiede un prestito personale anche solo per avere della liquidità (prestito di liquidità).

Nella richiesta di un prestito è in generale molto importante in ogni caso indicare la finalità del finanziamento in questione e in questo modo si possono anche conoscere  i tassi di interesse che sono più convenienti per la situazione personale.
Quando si apre un prestito personale, anche se si tratta di richieste di prestiti online, viene richiesta la documentazione necessaria per conoscere la reale situazione finanziaria di chi fa domanda di prestito, quindi di solito questa è:

Un documento di identità

Per cittadini italiani la carta identità, o patente, o passaporto, o tessera ministeriale o porto d’armi
Per cittadini stranieri e/o extracomunitari il documento di soggiorno
Per cittadini appartenenti all’U.E. la carta di identità, o certificato di residenza  , o attestazione di regolarità di soggiorno o anche attestazione di iscrizione anagrafica

Un documento di reddito

Se il richiedente è lavoratore dipendente:, le due ultime  buste paga
Se pensionato: i due ultimi  cedolini pensione e modello Obis o il CU
Se libero professionista serve l’ ultimo modello Unico completo con la contestuale ricevuta di presentazione e l’ultimo Modulo F24 con le ricevute pagamento.

Codice Fiscale o nuova tessera sanitaria

Un documento che attesta l’indirizzo esatto di domicilio e/o residenza nel caso   sia differente dal documento di identità

E’ inoltre sempre possibile estinguere i prestiti anticipatamente.

I prestiti personali possono venire diluiti in una certa quantità di anni in modo da portare la   rata mensile  all’ammontare  più comodo per il cliente.

Per trovare i migliori prestiti che fanno al caso vostro ci sono dei portali specializzati che mettono a confronto i vari istituti e centri finanziari calcolando i prestiti online grazie ad appositi form dove basta inserire i propri dati e il tipo di prestito che si vorrebbe richiedere e l’importo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *