Il mondo dei conti off shore



I conti bancari off shore rappresentano degli interessanti rapporti bancari che beneficiano di una giurisdizione diversa rispetto a quella del paese in cui si risiede. Nella maggior parte dei casi, quando si parla di conti bancari off shore si fa riferimento ai cosiddetti paradisi fiscali. Ma come fare per aprire un conto off shore e quali sono i vantaggi?

Paradisi fiscali e conti off shore: vantaggi e agevolazioni

Quando si parla di paradisi fiscali è utile precisare che si ha a che fare con Paesi in cui i le condizioni fiscali sono particolarmente agevolate. Attenzione, però: ciò non vuol dire che i costi relativi alla gestione di conti bancari siano altrettanto vantaggiosi. Prima di procedere con l’apertura del conto, pertanto, è bene informarsi in merito a tale variabile. Senza alcun dubbio, i conti bancari off shore rappresentano un vero e proprio punto di riferimento per tutti coloro che hanno intenzione di mettere al sicuro il proprio denaro, senza dover fare i conti con una pressione fiscale eccessivamente pesante.

Come aprire un conto bancario off shore

Aprire un conto bancario off shore è semplicissimo e, in linea di massima, si hanno due alternative. La prima e più semplice è quella di recarsi presso la banca di riferimento di persona. La seconda, invece, consiste nel rivolgersi ad un’agenzia specializzata alla quale corrispondere il pagamento di una percentuale legata alla tipologia di conto e al Paese in cui si intende aprirlo. Addirittura, in alcuni Paesi si ha anche la possibilità di procedere con l’apertura online, fornendo tutta la documentazione necessaria. Ovviamente, chi ha intenzione di aprire un simile conto in genere preferisce non optare per questa soluzione, preferendo avvalersi della consulenza di personale specializzato.

I numeri dei conti off shore

In merito ai conti bancari off shore è impossibile non fare cenno al fatto che tale soluzione equivale pressappoco al 60% del capitale mondiale. In genere, ad optare per questa tipologia di conti bancari sono i finanzieri e i miliardari. Non mancano, però, politici, personaggi del mondo dello spettacolo e del jet set. Chi, ad esempio, ha un fatturato di circa 40 mila euro all’anno, attraverso i paradisi fiscali ha la possibilità di godere di interessanti agevolazioni. Da ciò, è facile intuire il profilo di chi ha vantaggio a optare per una simile alternativa. In ultimo, è necessario fare un rapido cenno ai recenti scandali che hanno coinvolto proprio i conti off shore di personaggi di rilievo internazionale che, proprio con l’intento di aggirare il proprio sistema fiscale di riferimento, hanno deciso di mettere al sicuro il proprio denaro nei cosiddetti paradisi fiscali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *