San Marino è un paradiso fiscale?



Molte persone ancora oggi preferiscono aprire un conto corrente a San Marino per salvaguardare i propri investimenti e risparmi.
San Marino è un piccolo stato dentro un altro stato, e ha quindi una tassazione diversa, in particolare ha da sempre una politica fiscale favorevole alle imprese che è stata la chiave per lo sviluppo tra l’altro della sua economia.

Il sistema fiscale qui ha due imposte dirette (Igrl e Igrp) e una invece detta indiretta o monofase.

I.g.r. è l’imposta generale sul reddito per le persone fisiche (imposta su persone fisiche e sostituti d’imposta), per le società invece si chiama I.g.r.p. (imposta persone giuridiche).

Sui redditi d’impresa si applica l’imposta generale del 17% sull’utile netto, mentre  le persone fisiche residenti e anche non residenti si applicando secondo un’aliquota progressiva che va seconda degli scaglioni di reddito.

Quindi è un sistema accattivante per gli imprenditori che desiderano fissare li la propria sede di impresa, e inoltre si può aprire senza problemi un conto corrente a San Marino, anche essendo residenti all’estero, ovviamente le banche prima devono fare i dovuti  accertamenti sul genere di attività e sulla credibilità della società stessa, per evitare proprio rischi di riciclaggio di denaro o evasione o elusione fiscale.

Tra l’altro oggi a San Marino non vige più il segreto bancario come un tempo dopo che è stata firmata una convenzione con la Ue per cui dal 1 gennaio 2017 le banche e gli istituti finanziari su richiesta possono fornire informazioni dei detentori esteri di conto corrente a San Marino e viceversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *